"TSTP" ovvero Timorasso Spumante Tasting Panel


Paolo Ghilandi su Vinix mi ha anticipato ma..eccoci qua, nasce il "TSTP" ovvero il Timorasso Spumante Tasting Panel.

Tutto nasce da questa mail che Paolo mi ha inviato.

Durante la lavorazione del Timorasso Brezza d’Estate, durante i ripetuti assaggi nelle varie fasi, è cresciuta in me la convinzione (o forse il dubbio) che una versione spumante sarebbe potuta essere interessante e così, come mio solito, mi sono lasciato ancora una volta tentare dalla voglia di sperimentare qualcosa di nuovo e, dopo due anni di lavoro, è nato Chiaror Sul Masso. Facciamo un tasting panel?

Paolo Ghislandi ha voluto condividere il suo lavoro con me e con tutte le persone che lo vorranno mettendo a disposizione 50 bottiglie di Timorasso Spumante Brut Chiaror Sul Masso per chiunque abbia la curiosità di provare un vino che nasce per la prima volta confidando nelle nostre osservazioni e suggerimenti.

Come scritto ci sono semplici regole per partecipare:

  • 50 posti disponibili di cui 25 riservati a wine blogger, food blogger e professionisti della comunicazione;
  • Le candidature dovranno pervenire tramite mail al seguente indirizzo: info@percorsidivino.com;
  • I blogger dovranno scrivere sul loro sito un post che parli dell’iniziativa indicando e linkando correttamente Percorsi di Vino e l’azienda Cascina I Carpini;
  • I food blogger potranno recensire tecnicamente il vino oppure potranno trovare una ricetta in abbinamento;
  • Ai partecipanti è richiesto di postare i commenti sul loro sito o su Percorsi di Vino entro e non oltre il 30 Ottobre 2010.
Usate questo post, in continuo aggiornamento, per postare tutti i vostri commenti e tutti i vostri consigli sull'iniziativa.

Alcune note tecniche sul vino:

Chiaror Sul Masso è un Vino Bianco Spumante Brut da uve Timorasso della vendemmia 2008 e sviluppa un tenore alcolico del 13% Vol

L’uva è stata vendemmiata in due tempi, la prima parte a fine agosto, la seconda a fine settembre 2008

Entrambe le masse hanno subito estrazione a Freddo ( Prefermentativa ) per circa 48 ore in vasche di acciaio a temperatura controllata

La fermentazione è partita spontaneamente a bassa temperatura ed ha proseguito per circa 3 settimane lentamente.

Ho mantenuto la permanenza sulle fecce fini fino Aprile 2009 quando poi il vino si è chiarificato per sedimentazione.

La rifermentazione ha proceduto per circa un mese in autoclave secondo il metodo Martinotti lungo al termine del quale si è proceduto a microfiltrazione in acciaio alla fine di agosto 2010.

Chiaror Sul Masso è stato imbottigliato il 28.08.2010 e ne sono state prodotte 3780 Bottiglie.

74 commenti:

Fabrizio ha detto...

Bella iniziativa, complimenti... invio subito la mail :)

Davide Bonucci ha detto...

Mi sembra una bella iniziativa, bravi Paolo&Andrea! :-)

Paolo Carlo ha detto...

Credo non ci sia modo migliore per migliorarsi sia come vignaioli che come persone se non quello di ascoltare il parere delle persone..

Grazie Andrea che mi dai una mano in questo periodo di vendemmie, altrimenti non avrei fatto in tempo

In c..o alla barrique a tutti !

Paolo

Enrico Pacciani ha detto...

Complimenti a Paolo per lo spirito sperimentale, e a entrambi per il progetto del tasting panel :-)

Il Beone Fotografo (Andrea Federici) ha detto...

Mail inviata! bravi e compliementi sia per la sperimentazione che l'aver organizzato il TP
Andrea

Riccardo Zola - Schemalibero ha detto...

Ah, finalmente!
Aspettavo con ansia il momento giusto per degustare questo vino e sperimentare mettendomi ai fornelli.

Mando subito la mail, bravo Paolo!

Andrea Petrini ha detto...

Davide ed Enrico che fate non partecipate?

Staff di Italy-lowcost ha detto...

Interessantissimo blog! Ti andrebbe di scambiare un link col mio? http://italy-lowcost.blogspot.com/

Mi occupo spesso di percorsi enoturistici!

Pasquale

Daniela di SenzaPanna ha detto...

potrei pensare a una ricetta...

Giulia ha detto...

Vorrei assolutamente partecipare! Tutte le esperienze nuove mi affascinano!

Genny @ alcibocommestibile ha detto...

sarei curiosa di provare...

Kitty's Kitchen ha detto...

Mandata l'email... Grazie!

Davide Bonucci ha detto...

La mail te l'ho mandata appena ho scritto, non so se ti è arrivata...

Sara @ Fiordifrolla ha detto...

Mandata la mail, partecipo con piacere :)

Sara

Andrea Petrini ha detto...

No Davide non è arrivata.
Comunque c'è posto e sei dentro.

ci sentiamo sul sito enoclub siena!

Cris ha detto...

mando subito l'email!! :)

Olivia ha detto...

Bella iniziativa.Mail inviata
A presto

Olivia

fiOrdivanilla ha detto...

solo la parola "spumante" mi fa brillare gli occhi, più di quanto facciano le bollicine stesse.

Provo a mandare la mail, sperando di non essere in ritardo!

Amaradolcezza ha detto...

Ho mandato la mail..
spero di non aver fatto tardi!

Giulia

Ale ha detto...

inviata anche la mia mail. Ale

castorotriestino ha detto...

Ottima idea.Mi metto in "lista d'attesa"

labandeibroccoli ha detto...

Intanto complimenti per il blog è interessantissimo e molto completo! inviamo subito l'email, sperando di fare ancora in tempo Avremmo già in mente una bella ricettina...

Paolo Carlo ha detto...

Desidero ringraziare tutti quanti ( tanti )voi che avete aderito con entusiasmo e curiosità augurandomi che troviate di vostra soddisfazione partecipare a questo Panel.

Andrea mi ha trasferito oggi la ( urka ) lista e sono rimasto davvero lusingato nel scorrere tutti i nomi..

Un ringraziamento va anche quindi ad Andrea per tutto quanto fatto sin ora e quanto farà poi..

Preparatevi, questa settimana allestisco le spedizioni.

Have a nice Panel !

Paolo

manuela e silvia ha detto...

Ciao! abbiamo inviato anche noi la mail..sperando di non essere in ritardo....
baci

Mauro ha detto...

Ecco la mia degustazione, la trovate qui

http://bit.ly/bpqN2r

Ciao

castorotriestino ha detto...

Arrivata oggi!!
La prossima settimana riunione del pannel triestino.

Vinooo.it ha detto...

Ricco pacco ricevuto!

Grazie ad Andrea e a Paolo Carlo.
Complimenti per l'ottima organizzazione.

Mi organizzo per degustare il Timorasso Spumante con alcuni amici appassionati e poi pubblico tutto su http://www.vinooo.it e su http://www.flickr.com/photos/vinooo/sets/

Grazie ancora!

Buon TSTP a tutti.

Manuel Rossoni
Vinooo.it

mc100 ha detto...

Bottiglia arrivata anche a me in ottime condizioni.
Grazie ancora per l'opportunità.

Paolo Carlo ha detto...

Ciao a tutti !
Riporto il link del post scritto da Maria Grazia Melegari sul suo Blog non senza un filo di commozione..
Bellissimo !

http://www.soavemente.net/soavemente/2010/10/chiaror-sul-masso-cascina-i-carpini-tstp-.html

Davide Bonucci ha detto...

Ho scritto qualche considerazione sulla bevuta. Al solito, mi sono preso i miei tempi lunghi, assaggiando e riassaggiando... :-)
http://davidebonucci.simplicissimus.it/2010/10/14/comunanza-di-vedute-paolo-carlo-ghislandi/

Blog&Wine ha detto...

Grazie!!!
A presto

Mirco

http://blogewine.blogspot.com/2010/10/tstp-timorasso-spumante-tasting-panel.html

mc100 ha detto...

Oggi ho finalmente assaggiato: ribadisco quanto ho scritto agli organizzatori quando ho fatto richiesta di essere inserito nel panel: non sono un esperto, mi sono interessato in maniera "seria" al vino da poco più di un anno, poi, certo, in questo lasso di tempo ho cerato di bere bene, ho letto molto e ho frequantato il primo livello AIS, ma resto ovviamente l'ultimo arrivato in questo settore, quindi le mie impressioni valgono ben poco.

Detto questo, e saltate le note tecnico-enologiche, che sono state riportate nel post iniziale: come ho trovato questo spumante "Chiaror sul masso"? Di colore giallo tra il verde e il paglierino estremamente tenue, bollicine abbastanza fini non troppo numerose e non troppo persistenti, al naso si presenta con sensazioni fini di frutta gialla fresca ma principalmente di fiori bianchi. Lasciandolo nel bicchiere qualche minuto gli aromi del timorasso si sprigionano prepotentemente, sempre in maniera elegante, senza risultare stucchevoli.
In bocca è secco, con la conferma dei sentori aromatici avvertiti olfattivamente in aggiunta a qualche nota minerale, ad una lieve sapidità e ad una discreta spalla acida; il finale è abbastanza persistente.

Non conosco la fascia di prezzo, quindi è difficile dare un giudizio articolato, ma si tratta sicuramente di un vino molto piacevole, elegante e credo anche "facile" da bere, in particolare in abbinamento ad antipasti di verdura, formaggi non stagionati o primi piatti non troppo strutturati.

Le uniche riserve che mi sento di esprimere (ma è una fisima del tutto personale e non legata alla qualità del prodotto) sono relativa alla retroetichetta, che trovo troppo "pomposa" con i versi di Leopardi in bella mostra: capisco che si tratta di un tratto distintivo proprio di tutti i prodotti della azienda, ma personalmente preferisco un approccio più sottotraccia.
Ringrazio ancora l'azienda per la bella e piacevole opportunità di assaggio che mi è stata offerta.

Andrea Petrini ha detto...

Grazie mille, giro il commento al produttore.
Alla prossima e, se vuoi, continua a seguire PErcorsi di Vino

Paolo Carlo ha detto...

Leggo e conservo con cura ogni vostra impressione su questo nuovo vino, mi saranno certamente utili per proseguire sulla strada del costante miglioramento.

Nel frattempo grazie
Paolo

Bruno ha detto...

Timoraccio, Timorosso, Timorazza, Morasso e Timuassa, i nomi riportati in alcuni bollettini ampelografici per identificare e descrivere le caratterisite agronomiche del Timorasso.

Il Timorasso, vitigno protagonista sempre più del percorso vitienologico piemontese, rappresenta una varietà di uva a bacca bianca dotata di ridotta vigoria vegetativa, con portamento eretto e maturazione piuttosto precoce. Vinificato in purezza, esprime al meglio il profilo sensoriale donando eleganza al bicchiere.

Una delle Aziende protagoniste della riscoperta del Timorasso è proprio Cascina I Carpini, condotta da Paolo Carlo Ghislandi, produttore di vini in …
In particolare, due le tipologie di Timorasso realizzate. Il timorasso Brezza d’Estate, bianco secco, e il Chiaror Sul Masso in versione Spumante Brut. E’ proprio nei confronti di quest’ultimo che poniamo l’attenzione.

Il Chiaror Sul Masso - spumante brut di Cascina I Carpini – degustato, è stato realizzato con timorasso vendemmiato nel corso del 2008, in due epoche diverse. Le masse raccolte hanno subito entrambe estrazione a freddo in vascha di acciaio a temperatura controllata. Fermentazione spontanea a bassa temperatura e fermentazione in autoclave cui è proceduta microfiltrazione in acciaio, alcune fasi della vinificazione condotta da Cascina I Carpini.


L’assaggio è stato effettuato alla presenza di un sommelier, di un cuoco, di una produttrice di olio evo e di appassionati e curiosi, nella giornata di domenica 17 ottobre. La bottiglia è stata stappata a una tempertaura di 10-11°c.

Il Chiaror sul Masso, all’esame visivo si presenta limpido con un colore giallo paglierino, persistenza fine e prolungata nel bicchiere. Effervescenza mai intensa.

Al naso si apre un ventaglio di fiori bianchi e erbe aromatiche, note di mandorla e frutta a polpa gialla; lo spumante presenta inoltre una fresca mineralità.

Al palato risulta morbido, fresco e dotato di buona mineralità. Ritorni di miele millefiori. Nel complesso equilibrato e armonico.

Il Chiaror sul Masso è stato degustato con tagli di quinto quarto accompagnati da una salsa verde. E peccato che la bottiglia era soltanto una.

Favoloso e di bella eleganza.


Al produttore chiediamo solo di sperimentare in un futuro prossimo un periodo più prolungato di contatto della massa con le fecce…

Rinaldo ha detto...

Riscontro positivo per questo vino, risultato fine ed armonico.
Le mie impressioni all'interno di questo post: http://avvinatorebloggato.blogspot.com/2010/10/timorasso-spumante-tasting-panel.html

Il Beone Fotografo (Andrea Federici) ha detto...

Risuultato davvero positivo.
Trovi il TP qui:http://degustazioniagrappoli.blogspot.com/2010/10/tstp-chiaror-sul-masso.html

Cey ha detto...

Ecco il mio resoconto e la mia ricetta =)
http://sostorta.splinder.com/post/23477055/risotto-con-spumante-timorasso

roberto ha detto...

Ciao Andrea,
ho rimediato al mio post dando a "Cesare quel che è di Cesare".
Lo trovi qui
http://cromobox.wordpress.com/2010/10/18/chiaror-sul-masso-tasting-panel/
Ciao Roberto

Andrea Petrini ha detto...

Grazie mille ragazzi!

Sandra ha detto...

Buongiorno,
Stappata la bottiglia a 10°C e lasciato sul bicchiere per osservare il vino. Premetto che amo il Timorasso di Brezza d'Estate di Paolo perciò mi aspetto un grandissimo spumante dello stesso vitigno.
Il colore è di un giallo paglierino intenso e brillante. Perlage numeroso, fine e molto persistente. Al naso si presenta intenso, con una buona complessità e molto fine ed elegante. Sentori predominanti i floreali di fiori bianchi come di acacia e gelsomino, un buon fruttato di frutta fresca come la pesca bianca e profumo netto di mela golden, note di mandorle ed erbe aromatiche come foglie di menta. Alla fine un delicato tocco di miele di acacia.
Bel ingresso in bocca, l'anidride carbonica non è aggressiva, è secco con una buona freschezza e una nitida sapidità. Quello che mi ha sorpreso è stata la morbidezza in bocca, meravigliosamente in equilibrio con l'acidità e la mineralità del vino. È sicuramente un vino di corpo, con la giusta intensità in bocca, persiste con un finale di pesca bianca e mandorle amare, dalla nota amarognola gradevole. Il Chiaror del Masso è armonico, un vino molto gradevole, interessante e dai risvolti sorprendenti.
Sicuramente è uno spumante versatile nell'abbinamento. Io azzarderei cruditées di pesce.
Complimenti a Paolo per il lavoro e la passione che si riflettono nei suoi vini e certamente, la sua personalità è tutta dentro il Chiaror del Masso: come una polepetta ripiena di melanzane che ha la crosta croccante e il cuore morbido e gustoso, ecco un altro abbinamento!
Il nome è molto azzeccato: è necessario andare fino al cuore delle cose, seguendo la luce che illumina fino al fondo del bicchiere per apprezzare nella sua totalità il Chiaror del Masso.
Sandra

Luca Risso ha detto...

http://www.thewineblog.it/2010-10-timorasso-testingtasting-panel/

Luk

Andrea Petrini ha detto...

Grazie Luca!

Andrea Petrini ha detto...

Grazie Sandra!!

Tery ha detto...

Sono arrivata anche io:
http://peperoniepatate.blogspot.com/2010/10/mousse-di-san-daniele-e-patate-in.html

Ecco qui la ricettina!
Fammi sapere cosa ne pensi! :)

Fiordiciliegio ha detto...

Lo lascio qui il mio link? Eccolo
http://www.tavolefornelli.com/2010/10/13/chiaror-sul-masso-cascina-carpini-biscotti-salati-al-timo-e-senape/

Paolo Carlo ha detto...

Un contributo anche in lingua inglese da parte di Anna Savino

Delicate and bubbly just right! lemongrass and green apple right off but then a pleasant finish almost like a bit of honey! LOVED THIS BRUT! Well balanced...Normally I am not a big fan of sparkling wines but this one is stuck in my head.. A MUST TRY! complimenti!!!

http://www.vinix.it/degustazioni_detail.php?ID=2176

Sara @ Fiordifrolla ha detto...

Ecco il mio post:

http://www.fiordifrolla.it/quiche-ai-funghi-porcini-patate-e-emmentaler.html

Sara

Riccardo ha detto...

Piccola degustazione di Chiaror Sul Masso:

http://riccardoav.tumblr.com/post/1370922393

Ale ha detto...

Grazie per l'opportunità, riporto a seguire il link al mio post dedicato.

http://conamoreperamore.blogspot.com/2010/10/capesante-modo-suo-chiaror-sul-masso.html#comments

A presto,
Ale

Cris ha detto...

ecco il link della mia ricetta
http://cris-zuccheroesale.blogspot.com/2010/10/gamberi-fritti-alle-mandorle-e-pepe.html

Rita ha detto...

Nelle ricette manca il dolce,ci ho pensato io:bavarese allo spumante e nocciole.

Il link:
http://lafucinaculinaria.blogspot.com/2010/10/timorasso-spumante-tasting-panel.html

grazie ancora per l'opportunità che mi avete dato.
Rita (la fucina culianaria blog)

Stefano il Nero ha detto...

Stefano Il Nero & friends hanno assaggiato il Timorasso de I Carpini.
Con molta soddisfazione.

Ecco il link.

http://www.stefanoilnero.com/2010/10/timorasso-brut-chiaror-sul-masso.html

castorotriestino ha detto...

Ci siamo trovati, il 28 ottobre, in una saletta di un winebar alcuni Sommelier , un amico Onavista e una…Cliente.
Giusto per sentire sia i pareri degli esperti sia quello …di un potenziale compratore .
Ognuno ha fatto la scheda da solo, di seguito commentate e assemblate in maniera di avere un risultato il più medio possibile.
Servito alla temperatura di 8°, assaggiata mezza bottiglia da sola e mezza in abbinamento con i formaggi del Carso, sia freschi che stagionati.
Nessuno aveva mai assaggiato il vitigno, a parte il sottoscritto(… ma mai spumantizzato).
Tutti abbiamo notato l’ alcolicità, secondo noi, “troppo alta”
del Chiaror sul Masso , ma sicuramente apprezzato per l’abbinamento con i cibi; riguardo l’usarlo come aperitivo si sono evidenziate delle riserve.
All’ esame visivo si presenta brillante con un colore giallo paglierino, persistenza fine e prolungata nella flute. L’effervescenza mai intensa, ma estremamente fine e persistente.
Al naso si sono presentate delle difformità tra i degustatori, tutti sentivano della frutta gialla, ma si diversificavano nel riconoscimento: pera, mela ecc.
Concordi invece sulla mineralità. Io solo ho sentito della camomilla e della noce
Ad alcuni ricordava il Friulano per il sentore di mandorla, che tra l’altro ritornava anche in bocca.
La persistenza sia del profumo che del gusto, era molto ben pronunciata.
Ma l’applauso più convinto è stato quando abbiamo provato l’abbinamento con il formaggio Jamar,
che viene affinato in una grotta carsica a, a 70 metri di profondità.
La domanda sul prezzo non ha potuto essere accolta, in quanto ignota.
Unanimemente giudicato un prodotto di sicuro successo

Patrycja Chiari ha detto...

Ho il piacere e l'onore di lasciare il link della mia degustazione. Ringrazio Andrea per la squisita ospitalità sul blog e Paolo per avermi concesso questo privilegio.
http://www.radiocentromusica.it/#/vincanto/vincanto

Andrea Petrini ha detto...

Ragazzi grazie di cuore a tutti.
Da questi commenti sto vedendo che tutti stiamo dando a Paolo gli stessi consigli e tutti abbiamo apprezzato questa versione 1.0 del Timorasso Spumante.

Ci vediamo a Roma!

Katrin Walter ha detto...

Caro Paolo,
prima di tutto grazie per avermi inserito nel circolo dei pre-degustatori. E complimenti per la riuscita di tutte le avventure in cui ti butti. Poi mi sembra che sei l'unico che fin'ora ha provato spumantizzare il Timorasso e già per la sperimentazione devi ricevere un premio.

Vorrei fare un'altra premessa. Non posso dire che conosco il Timorasso bene ma ho fatto una certa esperienza avendomi occupato profondamente qualche anno fa e aver scritto il primo articolo in assoluto sul Timorasso in lingua tedesca (si legge qui http://www.wein-plus.de/magazin/Timorasso+Kultur+und+Identit%E4t+der+Colli+Tortonesi_ih783.html) e pubblicato un intervista a Walter Massa (http://www.wein-plus.de/magazin/+Walter+Massa+Timorasso+ist+Timorasso+und+kommt+aus+der+Marca+Obertenga_ih3006.html) a cui va il merito della rivalutazione di questo vitigno nel lontano 1987.

Dalla mia esperienza non si deve mai bere un Timorasso fermo prima di 3 anni, meglio iniziare dopo 5 anni. Perché si tratta di uno dei rari vitigni a bacca bianca che giovane esprime poco e resta spesso anche senza tanti profumi. Ci vuole proprio il tempo e la maturazione in bottiglia. Ma arriviamo allo spumante Chiaror sul Masso:

Bollicine solo poche, sono molto fini ma non molto persistenti. Sento frutta gialla ma anche mele quelle piccole, gialle-rosse, molto profumate, leggermente appassite e delle pere cotte, leggermente la buccia di melone. Poi mi ricorda al profumo del pane morbido per fare il panettone farcito (si chiama veneziana se non mi sbaglio). Leggermente di marzapane e minerale. In bocca le bollicine si nota piacevolmente ancora, qui competono una spiccata sapidità e la dolcezza. Abbastanza pieno e morbido, con finale amarognola.
Il vino vedo meno da aperitivo, ma lo vedo più in compagnia col cibo, per esempio ravioli di zucca ma anche con un panettone al farro che ho appena comprato al Salone del Gusto la scorsa settimana (non molto dolce) non sta male quando viene bevuto ad una temperatura più calda. Lo ho bevuto in un bicchiere da degustazione abbastanza ampio. Nel flute e molto fresco andrebbe magari anche bene da aperitivo. Da approvare, ognuno ha le proprie preferenze personali.

Bravo. E in bocca al lupo per le prossime avventure…
Cari saluti
Katrin

PS: Vedi anche intervista con Paolo Carlo Ghislandi su come fare impresa, sulla passione, sul coraggio e su come si realizzano i propri sogni…
http://www.wein-plus.it/fileadmin/wein-plus_int/PDF/it/newsletter_it_1001.pdfi

Giulia ha detto...

Ciao, Andrea!
Ecco la mia ricetta e una piccola riflessione!
http://www.rossa-di-sera.com/2010/10/tagliatelle-con-tartufo-nero-e-panna.html
Grazie per avermi fatto partecipare a questa avventura deliziosa!
Giulia

Manuel Rossoni - Vinooo.it ha detto...

Ieri sera ho finalmente degustato con dei cari amici il "Chiaror sul masso". Per arricchire la serata abbiamo deciso di aprire anche la bottiglia di "Brezza d'estate" per assaggiare il Timorasso in tutte le sue versioni.

Non sono in grado di fare una degustazione tecnica e quindi mi limiterò a riportare le impressioni e i commenti fatte da noi semplici consumatori appassionati.

Partiamo dal Brezza d'Estate, Timorasso in purezza. E' piaciuto molto a tutti sia abbinato ai salumi, sia ai formaggi ed infine ad alcune torte salate. Con tutti questi abbinamenti ha mantenuto una forte personalità, si è presentato in bocca in maniera molto morbida e rotonda, con un leggero retrogusto dolce. Ottima bottiglia.

Proposta: visto il tenore alcolico (14 gradi) penso che le uve fossero molto ricche di zuccheri (che tra l'altro sono percettibili anche nel vino), e vista la personalità del vitigno che dà un vino con una buona struttura e personalità, potrebbe essere molto interessante provare anche una versione passita del Timorasso. Meglio ancora, visto la zona geografica, una versione con la botrytis cinerea che dà ottimi risultati nel famoso Sauterns dei confinanti francesi.

Ma veniamo al Timorasso Spumante. Il colore è più chiaro rispetto al Brezza d'estate, il perlage è fine e abbastanza persistente.
In bocca risulta anche questo vino molto morbido, rotondo e chiude con un ottima acidità che dà freschezza a tutta la bocca. Anche questa bottiglia ha una forte personalità e ha retto bene l'abbinamento ai salumi ed ai formaggi. L'abbiamo abbinato anche a un dolce a base di crema di cioccolato e vaniglia e direi che non è stato sopraffatto dallo zucchero del dolce, anzi si è accostato molto bene perché secondo me è più un demi brut che un brut. Anche questa bottiglia è stata molto apprezzata da tutti.

Qui (http://www.flickr.com/photos/vinooo/sets/72157625146289955/) trovate alcune foto del tasting panel.

Concludendo faccio i complimenti a Paolo Carlo per i sui vini e sull'esperimento (secondo me molto riuscito) di spumantizzare il Timorasso. Chissà che nella sua effervescenza un giorno decida anche di provare a farne un vino da meditazione!
Grazie ancora a Paolo Carlo e Andrea Petrini per questa opportunità e ... al prossimo Tasting Panel!

Slawka G. Scarso ha detto...

Eccomi anch'io

http://www.nanopausa.com/?p=411
con rimando su Marketingdelvino

Ago ha detto...

Ciao Andrea!
A causa di problemi tecnici, è da due giorni che non riesco a pubblicare niente sul mio blog, ma adesso sembra essere tutto ripristinato, quindi pubblicherò il mio abbinamento e le mie impressioni al massimo entro domani mattina.
Mi dispiace molto per questo contrattempo!
Ago

Andrea Petrini ha detto...

No problem Ago!

enofaber ha detto...

E da buon ultimo ecco il mio post: http://www.enofaber.com/2010/11/tstp-chiaror-sul-masso/

Alessandro Marra ha detto...

Ecco il mio:

http://stralcidivite.blogspot.com/2010/11/chiaror-sul-masso-di-cascina-i-carpini.html

Grazie.

Ago ha detto...

Eccomi qui :-)

Vedo di essere ancora in buona compagnia, meno male :-D

Ho Pubblicato QUI il mio abbinamento e le mie impressioni!

Ago

Andrea ha detto...

Ecco le impressioni di degustazione del mio gruppo:

http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=4591

Andrea ha detto...

Ecco le impressioni di degustazione del mio gruppo:

http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=4591

Pamela Guerra ha detto...

Ciao a tutti,
qui le mie valutazioni del TP
http://lepubblicherelazionidelvino.it/2010/11/03/tstp-timorasso-spumante-tasting-panel/

Pamela

Acquolina ha detto...

Ciao! ecco il mio post sul tasting panel:

http://acquolina-francesca.blogspot.com/2010/11/timorasso-spumante-tasting-panel-e.html

grazie per questa bella opprtunità.
Francesca

Apest ha detto...

Sono in ritardissimo!!! Abbiate pazienza!!

Sonia ha detto...

in tremendo ritardo ma c'è anche il mio post:
http://www.nelpaesedellestoviglie.com/archives/2010/11/04/sformatini-di-zucca-e-timorasso-chiaror-sul-masso

grazie, un saluto
sonia

Fabrizio ha detto...

Ciao, vi segnalo anche le note degli amici del forum RexBibendi.

http://www.rexbibendi.com/forum/viewtopic.php?f=4&t=3723&start=15#p66617

Massimo D'Alma ha detto...

Ciao, in ritardo (come sempre) le mie note

http://www.paladar.it/2010/11/10/tstp-chiaror-sul-masso-quello-che-non-taspetti/

Salvatore LANDOLFO ha detto...

ancora più in ritardo....
qui il link

http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=4738